Grillini e Casa Pound. Amore a 5 stelle?

5Cosa porta il Movimento 5 Stelle a esprimere spesso solidarietà e sostegno per un movimento di ispirazione fascista come Casa Pound?

Una serie di episodi, infatti, lasciano sorgere spontaneamente questa domanda. Si tratta di semplici coincidenze? Di fatti di poca rilevanza? Forse si. O forse no.

Passiamo ai fatti.

L’ultimo episodio che sta suscitando polemiche si è verificato all’interno del consiglio del Quartiere Navile (Bologna) dove si è discusso un punto all’Odg del Pdl. Nel dibattuto Odg n. 68 si legge che il Consiglio, «a seguito del vergognoso attentato di stampo terroristico subìto da Casapound Bologna per mano di tre giovani anarco-insurrezionalisti, esprime solidarietà a Casapound Bologna e agli Agenti rimasti contusi nelle fasi dell’arresto dei malviventi».

Ad opporsi a tale Odg solo i voti del centrosinistra che hanno così cestinato l’iniziativa solidale del Pdl. Voti a favore, invece, dal M5S.

Ma cosa era successo? Tre giovani ventenni (Francesco De Medici, Alessandro Mancuso e Emanuele Platì)sono stati arrestati con l’accusa di aver lanciato molotov contro la sezione bolognese di Casa Pound. Gesto violento, certo, e non ammissibile che, però, non va a sminuisce un altro episodio. È stata organizzata, infatti, una manifestazione pacifica che chiedeva la chiusura del locale di centro destra. Manifestazione alla quale hanno partecipato mille persone.

I grillini, quindi, hanno deciso di sostenere la richiesta di “solidarietà”. Potrebbe anche non essere strano, considerando l’attacco violento subito da Casa Pound. (Anche se, piccola parentesi, tra i tre ragazzi definiti come anarco insurrezionali era presente il figlio di un ex assessore del Pdl di Catanzaro. Pecora nera della famiglia, quindi? O definizione pompata e poca idonea per descrivere il giovane?)

Quello che sembra strano è il verificarsi di altri episodi che hanno evidenziano una particolare propensione del Movimento grillino per Casa Pound e altre espressioni politica di estrema destra.Episodi che hanno già altre volte causato bufere dentro e fuori il M5S.

A Rimini la consigliera Franchini ha votato contro un Odg della Federazione della Sinistra che chiedeva all’amministrazione di non concedere piazza Tre Martiri a Forza Nuova per una manifestazione. Non ci sarebbe niente di strano, se non il fatto che la piazza è dedicata a tre partigiani (Mario Capelli, Luigi Nicolò e Adelio Pagliarani) che furono impiccati a Rimini. Di certo non era il luogo più adatto per una manifestazione di destra (Sempre se si vuole rispettare la memoria).

A Bolzano, invece, i consiglieri del M5S uscirono per protesta dall’aula, accompagnati da altri consiglieri di destra, perché la maggioranza non era intenzionata a iscrivere all’albo delle associazioni culturali l’organizzazione “Casa Italia”, legata a Casa Pound. 

(pubblicato su giornalesicano.it)

Posted on December 11, 2012, in Comunicazione e comunicazione politica, su giornalesicano.i. Bookmark the permalink. Leave a comment.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: