Presentazione di “Azina: bicicletta e partigiana” di Salvatore La Porta

Giovedì sera, 15 gennaio, Salvatore La Porta ha presentato il suo ultimo lavoro “Azina: bicicletta e partigiana”nel centro sociale Ex Carcere di Palermo.

Durante l’intervista ho avuto modo di confrontarmi con l’autore non solo sull’importanza della Resistenza e dei partigiani,  ma anche su diverse figure che sono state protagoniste della II Guerra Mondiale e di cui si parla nel suo libro attraverso gli occhi di una bicicletta: bambini educati alla guerra e che richiamano il romanzo di Calvino “Il sentiero dei giardini dei nidi di ragno”, uomini fedeli alla monarchia ed eroi, come i Granatieri di Sardegna, che si opposero all’avanzata tedesca nella capitale italiana.

La seconda parte del volume, dedicato allo sgombero violento del Centro Sociale Experia di Catania, è stata occasione per parlare e riflettere della Resistenza oggi, della capacità, della voglia e delle possibilità che le nuove generazioni hanno (o non hanno) di opporsi ancora a ciò che non va nel tentativo di cambiare le cose.

La presentazione del volume si è chiusa ricordando l’ultima parte del libro, dedicata alla storia di giovani baristi schiacciati dal lavoro in nero, dallo sfruttamento e dalla crisi economica. E per questo annientati nella loro capacità di reazione e nella voglia di realizzare i propri sogni.

ex

 

Posted on January 16, 2015, in Recensioni and tagged , , . Bookmark the permalink. Leave a comment.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: