Blog Archives

La Repubblica – Le donne immigrate a scuola di italiano e di cucito

Cento donne immigrate della città, tra cui cinquanta ex vittime della tratta, sono state ospiti del Complesso di Sant’Antonino dell’Università di Palermo per la presentazione di un progetto interamente dedicato a loro. “I saperi per l’inclusione”, voluto dalla Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Ateneo e sostenuto da numerose associazioni che da anni operano a Palermo nel nome dell’integrazione, permetterà alle donne straniere selezionate di seguire gratuitamente corsi di lingua italiana, di taglio e cucito, di educazione civica, per la gestione di strutture d’accoglienza e sulla salute del bambino.

donne

Leggi l’articolo – Guarda la photogallery

La Repubblica – I piccoli immigrati e l’isola che non c’è

I minori stranieri “non accompagnati”, giovani adolescenti sbarcati senza genitori sulle coste della Sicilia, sono stati i protagonisti del pomeriggio alla Real Fonderia alla Cala con l’evento “L’Isola che (non) c’è”, manifestazione organizzata dalla Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università d Palermo e inserita all’interno del Festival “Le vie dei Tesori”.
Nella sala, che non è riuscita a contenere tutti i partecipanti, si sono dati appuntamento docenti, rappresentanti delle comunità immigrate, tutte le comunità di accoglienza di Palermo e più dei cento minori “non accompagnati”. Tra questi ultimi, gli stessi protagonisti di “Butterfly Trip.” Realizzato dal regista iracheno Yousif Latif Jaralla, il video intreccia cinque storie di lotta e di sopravvivenza in cui i volti degli adolescenti che hanno attraversato il Mar Mediterraneo raccontano più delle parole.

190200962-8c799d5b-c80e-4448-90d7-72671870f476Leggi l’articolo – Guarda la photogallery

La Repubblica – L’isola che non c’è dei minori migranti

“Raccontare/Non raccontare”. Queste parole accompagnano le cinque storie che si intrecciano in “Butterfly Trip,” video scritto e diretto da Youssis Latif Jaralla e che ha come protagonisti ed interpreti minori stranieri “non accompagnati”, ragazzi e ragazze che arrivano da soli a Lampedusa e nelle altre coste italiane. Gli adolescenti hanno raccontato le loro storie e le lore angosce, poi trasfigurate dal regista iracheno, all’interno dei percorsi di inclusione linguistica promossi dalla Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università di Palermo.

minori2