Blog Archives

La Repubblica – I piccoli immigrati e l’isola che non c’è

I minori stranieri “non accompagnati”, giovani adolescenti sbarcati senza genitori sulle coste della Sicilia, sono stati i protagonisti del pomeriggio alla Real Fonderia alla Cala con l’evento “L’Isola che (non) c’è”, manifestazione organizzata dalla Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università d Palermo e inserita all’interno del Festival “Le vie dei Tesori”.
Nella sala, che non è riuscita a contenere tutti i partecipanti, si sono dati appuntamento docenti, rappresentanti delle comunità immigrate, tutte le comunità di accoglienza di Palermo e più dei cento minori “non accompagnati”. Tra questi ultimi, gli stessi protagonisti di “Butterfly Trip.” Realizzato dal regista iracheno Yousif Latif Jaralla, il video intreccia cinque storie di lotta e di sopravvivenza in cui i volti degli adolescenti che hanno attraversato il Mar Mediterraneo raccontano più delle parole.

190200962-8c799d5b-c80e-4448-90d7-72671870f476Leggi l’articolo – Guarda la photogallery

La Repubblica – L’isola che non c’è dei minori migranti

“Raccontare/Non raccontare”. Queste parole accompagnano le cinque storie che si intrecciano in “Butterfly Trip,” video scritto e diretto da Youssis Latif Jaralla e che ha come protagonisti ed interpreti minori stranieri “non accompagnati”, ragazzi e ragazze che arrivano da soli a Lampedusa e nelle altre coste italiane. Gli adolescenti hanno raccontato le loro storie e le lore angosce, poi trasfigurate dal regista iracheno, all’interno dei percorsi di inclusione linguistica promossi dalla Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università di Palermo.

minori2

La Repubblica – Maschere bianche e vestiti neri, flash mob per non dimenticare le vittime della mafia

 

mob

Studenti universitari con una maschera bianca sul volto, con vestiti neri e con dei nomi sulle maglie. Nomi come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, Rita Atria e Paolo Giacalone, Libero Grassi e Pio La Torre, Giuseppe Fava e Rosario Chinnici. E tra le diciotto vittime della mafia ricordate durante il flash mob realizzato giovedì mattina nel viale delle Scienze dall’associazione Udu c’era anche lui, Peppino Impastato.

Continua a leggere e guarda il video su La Repubblica (clicca qui)

Intervista a Gabriele Iannàccaro

Si è svolto il 5 maggio il terzo appuntamento di “Un libro in biblioteca”, ciclo di presentazioni di libri organizzate all’interno del dottorato in “Studi letterari, filologici e linguistici”. Durante il nuovo incontro è stato presentato il volume doppio “La linguistica italiana all’alba del terzo millennio” a cura di Gabriele Iannàccaro.

Nella mia breve intervista, l’autore parla dello stato attuale della linguistica in Italia emerso con la realizzazione di questo lavoro.